Home / Articoli / Canoni occidentali per la chirurgia plastica







Sono piu’ di  3 milioni gli Orientali,  Cinesi e Giapponesi, che si rivolgono al chirurgo plastico ogni anno per  dire addio al tipicoocchio mandorla per uniformarsi ai modelli occidentali. Una moda che si registra anche in Italia per gli immigrati del sol levante.

 

 

I tipici canoni occidentali si stanno imponendo sempre di più, arrivando a spingere molte donne a rifiutare un segno così distintivo del fascino orientale, come quello degli occhi a mandorla, ma in generale tutti i lineamenti che le differenziano troppo dai modelli della moda e della tv che eè possibile vedere nel piccolo e grande schermo occidentale.

 

 

I chirurghi seri dovrebbero sconsigliare  questa trasfigurazione dei caratteri distintivi  verso un’omologazione estetica ed essere capaci di dire di no ma è frequente  che le donne finiscano nelle mani sbagliate, rischiando anche la vita.  Come nel caso di Wang Bei la cantante cinese ventiseienne morta durante un intervento chirurgico di riduzione dell’osso mascellare.